La Copertina

Calabria Verde, rossa di vergogna...

Calabria Verde, rossa di vergogna...

di Bruno Salvatore Lucisano

S’intende indicare in un accadimento appena scoperto, e solo in parte, che si tratta della “punta de[...]

Bovalino superiore. Una raccolta firme per salvare la Chiesa dello Zopardo

Bovalino superiore. Una raccolta firme per salvare la Chiesa dello Zopardo

di redazione

In queste ore, e ancora per qualche giorno, si sta promuovendo una raccolta firme indirizzata ai Com[...]

Bianco. Il servizio di La7 sul Centro di accoglienza profughi

Bianco. Il servizio di La7 sul Centro di accoglienza profughi

di redazione

Con una lettera protocollata alla Prefettura di Reggio Calabria, alla Caserma dei carabinieri di Bia[...]

La nostra storia. Africo e Caulonia 1945 rivolte a confronto (terza parte)

La nostra storia. Africo e Caulonia 1945 rivolte a confronto (terza parte)

di Rocco Palamara

 La “Repubblica di Caulonia” Quarantasei giorni dopo Africo, il 6 di marzo 1945, fu la volta di Caul[...]

Gli antichi mestieri. Il vasaio, u mastri pignaturi

Gli antichi mestieri. Il vasaio, u mastri pignaturi

di Bruno Palamara

Quella del vasaio è un’arte che si tramanda da millenni, un’usanza antichissima che ancora oggi è in[...]

Locri. Riportate a casa la nostra Persefone!

Locri. Riportate a casa la nostra Persefone!

di Pino Macrì

Due eventi importanti in pochi giorni, accomunati da un unico filo conduttore, non sono pochi nemmen[...]

Altre copertine

L'Ente Parco e il problema dei rifiuti nelle aree picnic: «A rischio la nostra fauna selvatica»

L'Ente Parco e il problema dei rifiuti nelle aree picnic: «A rischio la nostra fauna selvatica»

di redazione

«Il rispetto per l’ambiente e l’amore sincero per la natura si manifestano sin dai piccoli gesti che rendono grandi gli uomini. L’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, pur non avendo specifiche competenze in materia di gestione e raccolta dei rifiuti[...]

Mourinho, 4 milioni di sterline per pubblicizzare una birra

Mourinho, 4 milioni di sterline per pubblicizzare una birra

di Bruno Salvatore Lucisano

La nuova campagna pubblicitaria della Heineken passa per Mourinho. L’allenatore miliardario, siccome era in stato di ristrettezze, è il volto scelto per la campagna pubblicitaria della Champions Leaugue. Valore del contratto: 4 milioni di sterline. A[...]

Bianco. Il calvario dei 40 profughi: tra fughe, prostituzione e coltellacci

Bianco. Il calvario dei 40 profughi: tra fughe, prostituzione e coltellacci

di Antonella Italiano

Un altro profugo è scappato dal centro Com di Bianco. Sono ormai in sei coloro che, ospiti dal 30 luglio scorso dell’amministrazione, hanno lasciato la sede di prima accoglienza.In 40 erano stati inviati dal prefetto, dopo la sbarco in Sicilia, in at[...]

Melito e la Calabria

Melito e la Calabria "o spari o muori"

di Gioacchino Criaco

Esistono molte Calabrie, ognuna delle quali va per conto proprio. La Calabria più grande è quella abitata dal popolo dei giusti, in cui tutto fila alla perfezione e se c’è un male quello sta in un’altra Calabria, marginale, insignificante, o sta in u[...]

Assalto alla montagna

Assalto alla montagna

di redazione

Non contenti di aver massacrato le coste , i Calabresi si stanno ingegnando per dare l’assalto ai monti e ai boschi della regione, perché della primitiva bellezza della regione non rimanga neppure il ricordo; salvo poi continuare a prendere in giro c[...]

Cinema. «Mi chiamo Wim Wenders, (non) racconto storie nel corso del tempo»

Cinema. «Mi chiamo Wim Wenders, (non) racconto storie nel corso del tempo»

di Giovanni Scarfò

«Dove vai signore?»«Non lo so - risposi - pur che via di qua, via di qua, sempre via di qua, soltanto così posso raggiungere la meta»«Dunque sai qual è la tua meta»» osservò.«Si - risposi - te l’ho detto, via-di-qua; ecco la mia meta».(Franz Kafka, L[...]

La postilla che ha ucciso un popolo. «E adesso resuscitateci tutti!»

La postilla che ha ucciso un popolo. «E adesso resuscitateci tutti!»

di Bruno Salvatore Lucisano

Ad ogni pensiero, ad ogni avvenimento, ad ogni storia si attacca sempre - come una zecca - la postilla. E la postilla, come un accidente, come una dote, come una maledizione è sempre la ndranghita.Cosa importa delle migliaia di giovani che lasciano q[...]

L'opinione. Dire pane al pane... e porci e ai porci!

L'opinione. Dire pane al pane... e porci e ai porci!

di Rocco Palamara

È successo già questa estate per l’inquinamento del mare, quando da più parti si gridò al sabotaggio della stagione turistica sulle coste e i mari calabresi per colpa dei giornali nazionali. Benaltrismo, diciamo, come se poi la monnezza non ci fosse [...]

Anche lo stupro, da noi, è di

Anche lo stupro, da noi, è di "ndranghita"

di Bruno Salvatore Lucisano

*26 lug 2016 – Sconcerto nel piccolo centro dei Monti Lattari dove ieri 11 giovanissimi sono stati arrestati per aver abusato sessualmente di una 15enne con …*29 giu 2016 – “Avete visto bene come quella si concia e se ne va in giro? … Si tratta di ci[...]

Malanova. Una storia antica, una cronaca attuale

Malanova. Una storia antica, una cronaca attuale

di Domenico Luppino

Qualche anno fa mi imbattei, curiosando tra gli scaffali di una libreria romana, in un libro il cui titolo i suscitò una irrefrenabile curiosità: “Malanova”. Era troppo mia, nostra quella parola, perché io non afferrassi quel testo con già l’inconsci[...]

La tarantella di Polsi. Un ballo che scuote l'Aspromonte

La tarantella di Polsi. Un ballo che scuote l'Aspromonte

di Antonio Strangio

Tuttologi del nulla hanno scritto e raccontato che la tarantella altro non è che il ballo che distingue i mafiosi; nel nostro caso “ndranghitisti”, trovandoci in Calabria e in particolare nel cuore dell’Aspromonte. Una riflessione superficiale e avve[...]

Charlie Hebdo. Tra satira e offesa alla

Charlie Hebdo. Tra satira e offesa alla "Francese"

di Bruno Salvatore Lucisano

Alla fine di questa brevissima riflessione o incavolatura, troverete due spiegazioni (da due dizionari) che appaiono chiare anzi, chiarissime. Oggi sembra che non ci sia più un limite alla satira e che bisogna accettare quanto scritto da charlie hebd[...]

L’analisi. Il sacrificio di valorosi uomini dello Stato nella lotta alle zone grigie

L’analisi. Il sacrificio di valorosi uomini dello Stato nella lotta alle zone grigie

di Cosimo Sframeli

Innumerevoli i casi di corruzione. Ciascuno di noi potrebbe raccontare casi di corruzione dei quali è rimasto particolarmente colpito o dei quali è stato testimone o vittima. Per reazione, la gente colpita non crede più in niente, non crede più a nes[...]

Polsi. In attesa della grande festa del due settembre

Polsi. In attesa della grande festa del due settembre

di redazione

PELLEGRINAGGIO GIUBILARE(Polsi 27 agosto 2016)A Polsi con Maria, madre della famiglia, in questa difficile ora.Monsignor Francesco OlivaGrazie, o Maria, se anche quest'anno ci è stato possibile ritornare a Polsi in questo bel santuario. Tutto era orm[...]

Corriere Locride e In Aspromonte insieme per dare vita ad un nuovo gruppo editoriale

Corriere Locride e In Aspromonte insieme per dare vita ad un nuovo gruppo editoriale

di Antonella Italiano

Una telefonata, all’improvviso, come fosse piovuta dal cielo; mondi profondamente diversi che si incontravano negli intenti dei due interlocutori, frutto di una Locride sofferente ma ancora viva. Così io e Paolo Procacciante, editore di “Corriere Loc[...]

L'opinione. Mare di merda, montagne maledette

L'opinione. Mare di merda, montagne maledette

di Antonio Strangio

Anche quest’anno siamo stati costretti ad assistere impassibili, alle “notizie” disparate, quanto sospette a proposito del mare calabrese sporco, inquinato, pieno di merda e di cinghiali, che sguazzano nelle acque sotto lo sguardo sorpreso ma diverti[...]

Palazzi di Casignana. Presentazione del libro di Michele Papalia
Platì mostra fotografica

Platì mostra fotografica "Volti di un tempo"

di redazione

 A Platì succede anche questo. Nel salone che funse da cinema negli anni ’60, la fusione delle due associazioni culturali operanti sul territorio, Associazione EtnoCulturale Santa Pulinara e Belong to Platì, ha prodotto la seconda mostra fotografica [...]

Cinquefrondi. Quattro Sindaci Meridionali si raccontano...

Cinquefrondi. Quattro Sindaci Meridionali si raccontano...

di Giuseppe Mammoliti

A Cinquefrondi Rc, quattro sindaci meridionali si raccontano e raccontano le loro esperienze maturate nel corso dei loro più o meno lunghi mandati.Questi i nomi dei "quattro moschettieri" della serata di Cinquefrondi: Domenico Lucano, Sindaco di Riac[...]

Boschi d’Aspromonte (le risposte dell’esperto)

Biodiversità. La liquirizia, un’autentica risorsa

Biodiversità. La liquirizia, un’autentica risorsa

di Leo Criaco

Nella fascia costiera e collinare dell’Aspromonte, soprattutto sul versante orientale, vegetano alcune specie botaniche testimonianza delle coltivazioni del passato lontano e vicino. La liquirizia, il gelso (coltivato per l’allevamento del baco da se[...]

Biodiversità. I fichi: alimenti da montanari

Biodiversità. I fichi: alimenti da montanari

di Leo Criaco

A cavallo degli anni Cinquanta e Sessanta del secolo scorso, lentamente ma inesorabilmente inizia il declino dell’economia agricola, e contemporaneamente incomincia il boom economico. In quel periodo storico, le popolazioni dell’entroterra e delle ca[...]

Le biodiversità. Boschi di more, fragole e lamponi

Le biodiversità. Boschi di more, fragole e lamponi

di Leo Criaco

   Nelle foto: le more selvatiche, i lamponi e le fragole selvatiche Quando le campagne e le montagne dell’Aspromonte erano ancora popolate, le nostre popolazioni aspettavano con gioia e speranza la maturazione e la raccolta della frutta (mele, per[...]

L’Amendolea, il fiume degli antichi greci

L’Amendolea, il fiume degli antichi greci

di Leo Criaco

Una delle caratteristiche più salienti del nostro massiccio montano è la presenza (specialmente sul versante orientale) di numerose e meravigliose fiumare che solcano e modellano i nostri territori. Le fiumare sono dei corsi d’acqua lunghi poche de[...]

Biodiversità. Gli

Biodiversità. Gli "zzinurri", i carciofini selvatici

di Leo Criaco

Ogni anno, a partire dalla seconda decade di aprile le nostre rigogliose campagne, soprattutto quelle dell’Area grecanica e della bassa Locride (fascia costiera e collinare compresa tra le fiumare Amendolea e Bonamico) diventano meta continua di un[...]

Biodiversità. Le orchidee, “gioielli” da non toccare

Biodiversità. Le orchidee, “gioielli” da non toccare

di Leo Criaco

L’Aspromonte, grazie alla sua particolare conformazione topografica e morfologica, ha conservato nel tempo un patrimonio naturalistico di inestimabile valore che va difeso, tutelato e tramandato alle generazioni future. Un patrimonio ambientale car[...]

Biodiversità. Il Tasso, un  “piccolo ingegnere”

Biodiversità. Il Tasso, un “piccolo ingegnere”

di Leo Criaco

Tra le varie e numerose specie di mammiferi selvatici presenti nei nostri ambienti, alcune sono poco conosciute e raramente avvistate anche da chi (pastori, escursionisti, “fungiari” ecc.), abitualmente, frequenta le nostre montagne. Queste specie [...]

Biodiversità. Asparagi: erbaggi miracolosi

Biodiversità. Asparagi: erbaggi miracolosi

di Leo Criaco

Mentre la raccolta della cicoria e del tarassaco (crapelliti e marugliaci) volge al termine, quella degli asparagi selvatici si protrae fino a tutto giugno. Da tempi lontani le popolazioni aspromontane raccolgono e consumano, sia fresche sia conser[...]

Biodiversità. Gazza, ladra e spazzina

Biodiversità. Gazza, ladra e spazzina

di Leo Criaco

Negli ultimi decenni la società delle merci e dei consumi ha prodotto sul nostro pianeta guasti ambientali irreparabili e irreversibili che hanno causato, inevitabilmente, la rottura dell’equilibrio biologico con conseguente diminuzione ed estinzio[...]

Biodiversità. Funghi ordinati e pregiati

Biodiversità. Funghi ordinati e pregiati

di Leo Criaco

Nei diversi ambienti del nostro massiccio montano, vivono varie e numerose specie di animali e vegetali. Oltre a questi esseri viventi, a seguito delle piogge e di temperature favorevoli i campi e il sottobosco delle nostre foreste (faggete, pinete[...]

Riconoscere e raccogliere le erbe di montagna

Riconoscere e raccogliere le erbe di montagna

di Leo Criaco

In Italia esistono circa 4 mila specie diverse di piante (erbacee, arbusti, alberi), poco meno della metà, sono presenti anche nei nostri territori. La stragrande maggioranza di queste è composta da piante erbacee. Le popolazioni aspromontane, da t[...]

Biodiversità. Veleni di funghi e

Biodiversità. Veleni di funghi e "fungiari"

di Leo Criaco

Ogni anno in Italia si registrano centinaia di avvelenamenti causati dal consumo di funghi tossici e mortali, per fortuna la stragrande maggioranza si risolve con cure tempestive appropriate e con una degenza, più o meno lunga, in ospedale; solo po[...]

Boschi. Forti come querce

Boschi. Forti come querce

di Leo Criaco

L’Aspromonte ha un patrimonio boschivo di inestimabile valore ambientale che va tutelato, migliorato e sviluppato. Le essenze forestali più diffuse nei nostri ambienti sono il faggio, il pino, l’abete, il castagno e la quercia. Oltre alle suddett[...]

L'intervista. Peperoncino, una grande intuizione

L'intervista. Peperoncino, una grande intuizione

di Bruno Criaco

Paolo Canale, noto imprenditore agricolo, è riuscito senza “incentivi” statali a creare numerosi posti di lavoro proprio ai piedi dell’Aspromonte. Il segreto? Competenza, passione, e le migliori varietà di Capsicum esistenti al mondo   Il peperonci[...]

Biodiversità. Rizzu e Suriciorbu

Biodiversità. Rizzu e Suriciorbu

di Leo Criaco

Negli ultimi decenni, l’uomo nella sua lucida “follia” ha attuato, sul nostro pianeta, politiche di sviluppo distruttive ed inquinanti che, oltre a produrre enormi profitti per pochi e fame e miseria per molti, hanno alterato, in modo irreversibile[...]

Capperi. Germogli preziosi

Capperi. Germogli preziosi

di Leo Criaco

L’Aspromonte è un massiccio montano con una superficie di circa 3000 kmq; sale dalle rive dello Jonio e del Tirreno fino ai 1956 metri di Montalto, occupa la parte terminale dello stivale e si collega all’appennino calabrese con i pianori della Lim[...]

Lo scoiattolo grigio che ci ha fatti neri

Lo scoiattolo grigio che ci ha fatti neri

di Leo Criaco

«I pochi pastori aspromontani rimasti in montagna raccontano che spesso visita i loro jazzi (ovili) e si lascia facilmente avvicinare» Nonostante tutti gli scempi ambientali (dighe, pale eoliche, inquinamenti, cementificazione selvaggia e incendi,[...]

«La pitta china è sfornata». I tanti doni del Sambuco

«La pitta china è sfornata». I tanti doni del Sambuco

di Francesco Tassone

La pitta è una focaccia tipica delle Serre, il cui ingrediente principale é “lu pipi di Maju”, ossia il fiore del sambuco, un arbusto selvatico con generosa fioritura primaverile, che esprime il suo massimo splendore nel mese di maggio. Un’esplosio[...]

Boschi. La vita dei serpenti e il difficile rapporto con l’uomo

Boschi. La vita dei serpenti e il difficile rapporto con l’uomo

di Leo Criaco

  Sul nostro pianeta ogni anno i serpenti causano migliaia di vittime. In natura esistono circa tremila specie, un gran numero (circa mille) uccide le persone e gli animali (prede) inoculando il veleno: altre specie (pitoni, boa e anaconda) prive di[...]

Una montagna vestita di ginestra

Una montagna vestita di ginestra

di Leo Criaco

La montagna, ogni primavera, si addobba e si profuma di ginestra. E il suo popolo, un tempo, sceglieva gli esemplari più forti per iniziarne la lunga lavorazione. Coperte, corde, vertule e abiti di vario genere: uomo e natura vivevano in simbiosi per[...]