La Copertina

L'opinione. Mare di merda, montagne maledette

L'opinione. Mare di merda, montagne maledette

di Antonio Strangio

Anche quest’anno siamo stati costretti ad assistere impassibili, alle “notizie” disparate, quanto so[...]

Palazzi di Casignana. Presentazione del libro di Michele Papalia
Platì mostra fotografica

Platì mostra fotografica "Volti di un tempo"

di redazione

 A Platì succede anche questo. Nel salone che funse da cinema negli anni ’60, la fusione delle due a[...]

Cinquefrondi. Quattro Sindaci Meridionali si raccontano...

Cinquefrondi. Quattro Sindaci Meridionali si raccontano...

di Giuseppe Mammoliti

A Cinquefrondi Rc, quattro sindaci meridionali si raccontano e raccontano le loro esperienze maturat[...]

Sabato 20 Agosto, EPNA E MArRC commemorano Corrado Alvaro

Sabato 20 Agosto, EPNA E MArRC commemorano Corrado Alvaro

di redazione

L’Ente Parco Nazionale dell'Aspromonte e il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, in occa[...]

Padre Angelo lascerà Bianco: «Le processioni non servono a far

Padre Angelo lascerà Bianco: «Le processioni non servono a far "prostituire" i Santi»

di Antonella Italiano

Viene dalle missioni, padre Angelo, il frate che da più di un anno guida la parrocchia di Bianco. Da[...]

Altre copertine

La nostra storia. Africo e Caulonia 1945, rivolte a confronto (Seconda parte)

La nostra storia. Africo e Caulonia 1945, rivolte a confronto (Seconda parte)

di Rocco Palamara

 Rimasti padroni del campo, uomini e ragazzi (le donne tornarono alle loro mansioni) si precipitarono dentro quello che restava della caserma, e non per saccheggiarla, metterla a fuoco o devastarla del tutto, ma per un atto di compimento quasi o[...]

Casignana. Tutti i Premi del Palio San Rocco e i Rioni vincitori

Casignana. Tutti i Premi del Palio San Rocco e i Rioni vincitori

di Antonella Italiano

Con 112/120 vincono a pari merito il Primo Palio San Rocco: Rione  FARRUBARU e Rione CHIESA(Il risultato finale è scaturito da una votazione di tre differenti giurati, che hanno valutato quattro parametri, premiati poi anche singolarmente: SENSO ESTE[...]

Polsi, quando l’ordinario diventa straordinario e ai miracoli ci deve pensare Calabria Verde

Polsi, quando l’ordinario diventa straordinario e ai miracoli ci deve pensare Calabria Verde

di Antonio Strangio

É davvero strano, per non dire ingannevole, che nell’epoca in cui tutto è possibile e niente può essere considerato disumano, in Calabria e nella Locride in particolare, si è costretti ad esultare e far impazzire pure i social, perché finalmente, dop[...]

Casignana. Il Rione Annunziata chiude il Palio San Rocco

Casignana. Il Rione Annunziata chiude il Palio San Rocco

di redazione

L’ultimo a sfilare, per il Palio San Rocco di Casignana, è stato il Rione Annunziata. La rosa dei Premi, per come concepita (a breve pubblicheremo tutti i risultati), l’ha senza dubbio penalizzato. Sono immagini suggestive quelle che vengono fuori da[...]

Sant'Agata del Bianco. Il cuore, ancora vivo, di Saverio Strati e la missione del giovane Sindaco

Sant'Agata del Bianco. Il cuore, ancora vivo, di Saverio Strati e la missione del giovane Sindaco

di Antonella Italiano

Saverio Strati, anima persa di Sant'Agata del Bianco. Fuggì dal paese che era già grande, per riuscire a studiare e per trovare un lavoro. E camminò in cerca di vita lungo strade ancora oggi a noi note, ma a Firenze, a Scandicci, e persino nella lont[...]

San Luca. Il professore Aldo Maria Morace è stato eletto segretario - tesoriere dell'ADI

San Luca. Il professore Aldo Maria Morace è stato eletto segretario - tesoriere dell'ADI

di Antonio Strangio

San Luca - L’ADI, l’Associazione che riunisce gli Italianisti di tutto il mondo ha un nuovo segretario – tesoriere. Il prestigioso e delicato incarico è stato affidato al prof. Aldo Maria Morace (nella foto sopra), Ordinario di letteratura italiana n[...]

Locri. Le Club e l'indignazione

Locri. Le Club e l'indignazione "a comando"

di Bruno Salvatore Lucisano

Sembra che per potersi indignare per la chiusura della discoteca Le Club di Locri, bisogna prima indignarsi per gli ospedali chiusi, per le strade, per la disoccupazione, per la ndranghita ecc. Giusto!Ora, siccome io per tutto questo m’indigno da ann[...]

Questa sera, a Sant’Agata del Bianco, “Cultura, Jazz… e Rum”

Questa sera, a Sant’Agata del Bianco, “Cultura, Jazz… e Rum”

di redazione

Questa sera, a partire dalle ore 19.30, il centro storico di Sant’Agata del Bianco, che a luglio ha sorpreso tutti con la manifestazione “Il Borgo dell’arte e dei sapori”, diventerà lo scenario ideale dell’evento “CULTURA, JAZZ….E RUM”.Organizzato da[...]

Casignana, Palio San Rocco. É il Rosso il colore del Rione Farrubaru

Casignana, Palio San Rocco. É il Rosso il colore del Rione Farrubaru

di redazione

Tre giurati valuteranno i sei Rioni di Casignana, secondo una scheda tecnica che prevede un punteggio da 1 a 10 per cinque parametri singolarmente valutati: colore, coperte più belle, senso estetico, animazione e fantasia. I voti delle tre schede ver[...]

Casignana, Palio San Rocco. Nel Rione Chiesa: giallo e aria medievale (tutte le foto)

Casignana, Palio San Rocco. Nel Rione Chiesa: giallo e aria medievale (tutte le foto)

di redazione

Girasoli, bandiere e tappeti per le strade del Rione Chiesa. Nel cuore di Casignana si respira aria medievale. Le coperte, sui piccoli balconi, sono tra le più belle finora esposte, alcune di epoca rinascimentale.Le scale in pietra che salgono alla c[...]

L'analisi. Riforma Costituzionale?

L'analisi. Riforma Costituzionale?

di Franco Borrello

Premesso che amiamo molto la Costituzione Italiana nella sua formulazione originaria, per la fortuna di aver avuto per maestro Temistocle Martines, di venerata memoria, che quell’amore ci ha trasmesso, non possiamo non rimanere perplessi di fronte al[...]

Polsi, Cavalli e trattori

Polsi, Cavalli e trattori

di Antonio Strangio

«Sembra ancora impossibile che qualcuno vada ancora a piedi o sull’asino; c’è n’è ancora qualcuno; è tutto un altro mondo, e vi sarà sempre in qualche luogo della terra. Lo si guarda come ai piedi della scala umana, come l’infanzia della terra…» Così[...]

Casignana, Palio San Rocco. Azzurro come il mare il Rione Piazza (tutte le foto)

Casignana, Palio San Rocco. Azzurro come il mare il Rione Piazza (tutte le foto)

di redazione

Il Primo Palio San Rocco continua con il blu del Rione Piazza. É sempre più grande l'attenzione e la partecipazione dei cittadini e dei visitatori. Una mostra di artigianato, con gli attrezzi della tradizione, i fuochi d'artificio e l'attesa sagra de[...]

In Calabria il cielo è blu solo per la politica

In Calabria il cielo è blu solo per la politica

di Gioacchino Criaco

Una divisione millimetrica del potere, una spartizione granello per granello dai posti in tribuna fino ai predellini. “Nulla cambia”, il nostro mantra si autorecita perenne, continua in questa strana estate, di afa e piogge. Chi più amici ha, più se [...]

Radici (rradicati)

Radici (rradicati)

di Bruno Salvatore Lucisano

Ci sono uomini di questa terra che, in silenzio, con la modestia dei grandi hanno studiato e studiano il nostro territorio, la nostra Terra, le nostre radici. Ed io oggi di radici vi voglio parlare, le radici della vite, dell’uva, del vino, della vit[...]

Gli africoti il mare e una Commissione

Gli africoti il mare e una Commissione "straordinaria"

di Antonella Italiano

“Gli africoti odiano il mare”. Così si cercò di sintetizzare, sulle pagine dei libri, l’appartenenza marcata della cittadina al territorio aspromontano, violentata da un barbaro trasferimento - su poco più di un chilometro di costa bianchese – che a [...]

Casignana, Palio San Rocco. Arriva il verde di Rione Palazzi (tutte le foto)

Casignana, Palio San Rocco. Arriva il verde di Rione Palazzi (tutte le foto)

di redazione

Seconda giornata di sfide agguerrite  tra i rioni di Casignana, dopo Scuole (in fucsia) è il turno di Palazzi. Decorazioni e coperte antiche su tutti i balconi della frazione. Ricordiamo che saranno giudicati: colore, animazione, fantasia, senso este[...]

Nick Mancuso vuole una scuola di cinema in Aspromonte

Nick Mancuso vuole una scuola di cinema in Aspromonte

di Giovanni Scarfò

 In qualità di presidente dell’associazione Art Production (produzione e distribuzione cinematelevisiva e teatrale), mi pregio di presentare la proposta dell’attore hollywoodiano Nick Mancuso, con origini a Mammola, per la costituzione di Scuola di C[...]

Casignana. Palio San Rocco: il Rione Scuole si veste di fucsia (tutte le foto)

Casignana. Palio San Rocco: il Rione Scuole si veste di fucsia (tutte le foto)

di redazione

A Casignana, questo pomeriggio, lo spettacolo è la gente. Donne e uomini si affaccendano da giorni per ripulire e addobbare le strade, mentre sui piccoli balconi compaiono coperte centenarie. Seta, ginestra, lana, in motivi che si ripetono e che camb[...]

La nostra storia. Africo e Caulonia 1945, rivolte a confronto

La nostra storia. Africo e Caulonia 1945, rivolte a confronto

di Rocco Palamara

Capitasse, per sorte, di dovervi destreggiare in una RIVOLTA DI PAESE vi tornerebbe utile conoscere come andò in due occasioni diversissime tra di loro, ad Africo e a Caulonia, tra gennaio e marzo del 1945. Potessi poi darvi anche un consiglio, pigli[...]

Boschi d’Aspromonte (le risposte dell’esperto)

Biodiversità. La liquirizia, un’autentica risorsa

Biodiversità. La liquirizia, un’autentica risorsa

di Leo Criaco

Nella fascia costiera e collinare dell’Aspromonte, soprattutto sul versante orientale, vegetano alcune specie botaniche testimonianza delle coltivazioni del passato lontano e vicino. La liquirizia, il gelso (coltivato per l’allevamento del baco da se[...]

Biodiversità. I fichi: alimenti da montanari

Biodiversità. I fichi: alimenti da montanari

di Leo Criaco

A cavallo degli anni Cinquanta e Sessanta del secolo scorso, lentamente ma inesorabilmente inizia il declino dell’economia agricola, e contemporaneamente incomincia il boom economico. In quel periodo storico, le popolazioni dell’entroterra e delle ca[...]

Le biodiversità. Boschi di more, fragole e lamponi

Le biodiversità. Boschi di more, fragole e lamponi

di Leo Criaco

   Nelle foto: le more selvatiche, i lamponi e le fragole selvatiche Quando le campagne e le montagne dell’Aspromonte erano ancora popolate, le nostre popolazioni aspettavano con gioia e speranza la maturazione e la raccolta della frutta (mele, per[...]

L’Amendolea, il fiume degli antichi greci

L’Amendolea, il fiume degli antichi greci

di Leo Criaco

Una delle caratteristiche più salienti del nostro massiccio montano è la presenza (specialmente sul versante orientale) di numerose e meravigliose fiumare che solcano e modellano i nostri territori. Le fiumare sono dei corsi d’acqua lunghi poche de[...]

Biodiversità. Gli

Biodiversità. Gli "zzinurri", i carciofini selvatici

di Leo Criaco

Ogni anno, a partire dalla seconda decade di aprile le nostre rigogliose campagne, soprattutto quelle dell’Area grecanica e della bassa Locride (fascia costiera e collinare compresa tra le fiumare Amendolea e Bonamico) diventano meta continua di un[...]

Biodiversità. Le orchidee, “gioielli” da non toccare

Biodiversità. Le orchidee, “gioielli” da non toccare

di Leo Criaco

L’Aspromonte, grazie alla sua particolare conformazione topografica e morfologica, ha conservato nel tempo un patrimonio naturalistico di inestimabile valore che va difeso, tutelato e tramandato alle generazioni future. Un patrimonio ambientale car[...]

Biodiversità. Il Tasso, un  “piccolo ingegnere”

Biodiversità. Il Tasso, un “piccolo ingegnere”

di Leo Criaco

Tra le varie e numerose specie di mammiferi selvatici presenti nei nostri ambienti, alcune sono poco conosciute e raramente avvistate anche da chi (pastori, escursionisti, “fungiari” ecc.), abitualmente, frequenta le nostre montagne. Queste specie [...]

Biodiversità. Asparagi: erbaggi miracolosi

Biodiversità. Asparagi: erbaggi miracolosi

di Leo Criaco

Mentre la raccolta della cicoria e del tarassaco (crapelliti e marugliaci) volge al termine, quella degli asparagi selvatici si protrae fino a tutto giugno. Da tempi lontani le popolazioni aspromontane raccolgono e consumano, sia fresche sia conser[...]

Biodiversità. Gazza, ladra e spazzina

Biodiversità. Gazza, ladra e spazzina

di Leo Criaco

Negli ultimi decenni la società delle merci e dei consumi ha prodotto sul nostro pianeta guasti ambientali irreparabili e irreversibili che hanno causato, inevitabilmente, la rottura dell’equilibrio biologico con conseguente diminuzione ed estinzio[...]

Biodiversità. Funghi ordinati e pregiati

Biodiversità. Funghi ordinati e pregiati

di Leo Criaco

Nei diversi ambienti del nostro massiccio montano, vivono varie e numerose specie di animali e vegetali. Oltre a questi esseri viventi, a seguito delle piogge e di temperature favorevoli i campi e il sottobosco delle nostre foreste (faggete, pinete[...]

Riconoscere e raccogliere le erbe di montagna

Riconoscere e raccogliere le erbe di montagna

di Leo Criaco

In Italia esistono circa 4 mila specie diverse di piante (erbacee, arbusti, alberi), poco meno della metà, sono presenti anche nei nostri territori. La stragrande maggioranza di queste è composta da piante erbacee. Le popolazioni aspromontane, da t[...]

Biodiversità. Veleni di funghi e

Biodiversità. Veleni di funghi e "fungiari"

di Leo Criaco

Ogni anno in Italia si registrano centinaia di avvelenamenti causati dal consumo di funghi tossici e mortali, per fortuna la stragrande maggioranza si risolve con cure tempestive appropriate e con una degenza, più o meno lunga, in ospedale; solo po[...]

Boschi. Forti come querce

Boschi. Forti come querce

di Leo Criaco

L’Aspromonte ha un patrimonio boschivo di inestimabile valore ambientale che va tutelato, migliorato e sviluppato. Le essenze forestali più diffuse nei nostri ambienti sono il faggio, il pino, l’abete, il castagno e la quercia. Oltre alle suddett[...]

L'intervista. Peperoncino, una grande intuizione

L'intervista. Peperoncino, una grande intuizione

di Bruno Criaco

Paolo Canale, noto imprenditore agricolo, è riuscito senza “incentivi” statali a creare numerosi posti di lavoro proprio ai piedi dell’Aspromonte. Il segreto? Competenza, passione, e le migliori varietà di Capsicum esistenti al mondo   Il peperonci[...]

Biodiversità. Rizzu e Suriciorbu

Biodiversità. Rizzu e Suriciorbu

di Leo Criaco

Negli ultimi decenni, l’uomo nella sua lucida “follia” ha attuato, sul nostro pianeta, politiche di sviluppo distruttive ed inquinanti che, oltre a produrre enormi profitti per pochi e fame e miseria per molti, hanno alterato, in modo irreversibile[...]

Capperi. Germogli preziosi

Capperi. Germogli preziosi

di Leo Criaco

L’Aspromonte è un massiccio montano con una superficie di circa 3000 kmq; sale dalle rive dello Jonio e del Tirreno fino ai 1956 metri di Montalto, occupa la parte terminale dello stivale e si collega all’appennino calabrese con i pianori della Lim[...]

Lo scoiattolo grigio che ci ha fatti neri

Lo scoiattolo grigio che ci ha fatti neri

di Leo Criaco

«I pochi pastori aspromontani rimasti in montagna raccontano che spesso visita i loro jazzi (ovili) e si lascia facilmente avvicinare» Nonostante tutti gli scempi ambientali (dighe, pale eoliche, inquinamenti, cementificazione selvaggia e incendi,[...]

«La pitta china è sfornata». I tanti doni del Sambuco

«La pitta china è sfornata». I tanti doni del Sambuco

di Francesco Tassone

La pitta è una focaccia tipica delle Serre, il cui ingrediente principale é “lu pipi di Maju”, ossia il fiore del sambuco, un arbusto selvatico con generosa fioritura primaverile, che esprime il suo massimo splendore nel mese di maggio. Un’esplosio[...]

Boschi. La vita dei serpenti e il difficile rapporto con l’uomo

Boschi. La vita dei serpenti e il difficile rapporto con l’uomo

di Leo Criaco

  Sul nostro pianeta ogni anno i serpenti causano migliaia di vittime. In natura esistono circa tremila specie, un gran numero (circa mille) uccide le persone e gli animali (prede) inoculando il veleno: altre specie (pitoni, boa e anaconda) prive di[...]

Una montagna vestita di ginestra

Una montagna vestita di ginestra

di Leo Criaco

La montagna, ogni primavera, si addobba e si profuma di ginestra. E il suo popolo, un tempo, sceglieva gli esemplari più forti per iniziarne la lunga lavorazione. Coperte, corde, vertule e abiti di vario genere: uomo e natura vivevano in simbiosi per[...]